Skip to content

Come recuperare dati da smartphone Android che non si accende più: tutti i metodi

recuperare dati da telefono rotto

Il tuo telefono ha dato l’ultimo spiraglio di vita e ora non sai più che cosa fare? Hai aspettato fino all’ultimo per cambiare il tuo telefono e alla fine ti ha abbandonato prima che tu ti decidessi a cambiarlo? I motivi per cui un telefono non si accende più e lo consideriamo morto possono essere davvero tanti, e a volte erronei.

La realtà è che per quanto possiamo essere affezionati all’oggetto in sé, quello che ci importa davvero sono i dati presenti e tutte le informazioni che il telefono conteneva, per cui bisogna trovare il modo di recuperare tutto ciò che si può. Si sa il telefono contiene dati super importanti, come contatti, foto, note e tutto quelle informazioni che siamo soliti immagazzinare solo nello smartphone e non condividere in altri hardware o piattaforme online.

Ti può interessare anche…

Diagnosi preliminare: verifica se il tuo smartphone non si accende più

La prima cosa da fare in assoluto è controllare che il tuo cellulare sia effettivamente morto, ovvero che non dia alcun segnale di vita quando cerchi di accenderlo. Per esserne sicuro devi verificarlo, utilizzando i seguenti modi che ti spieghiamo qui in seguito:

  • Metti il cellulare in carica: vedi qualche luce accendersi? Pensi che con la batteria carica il cellulare riesca ad accendersi? Non sai quante volte infatti si pensi che il telefono sia morto, quando in realtà non ha carica. Capita spesso che in modelli un po’ vecchi o prodotti che sono molto usurati segnalino di avere carica, ma poi un minuto dopo si spengono. Questo ci porterebbe a pensare che il telefono è morto, ma in realtà è solo scarico. Alcuni smartphone molto usurati, riescono a stare accesi soltanto mentre sono collegati alla corrente.
  • Effettua il riavvio forzato: questa operazione la puoi fare se tieni premuto il tasto per accendere o spegnere il telefono in contemporanea con il volume in giù per almeno 10 secondi. Se riesci a vedere segnali di vita, potresti essere ancora in grado di recuperare il tuo dispositivo Android.
  • Fai squillare il cellulare: se hai attiva la suoneria o la vibrazione per le notifiche potrai cercare di chiamarti o di mandarti un messaggio, in questo modo potrai verificare se il cellullare risulta effettivamente morto o si tratta di un problema legato soltanto allo schermo. Infatti spesso non si vede nulla sullo schermo e sembra tutto nero, ma in realtà il telefono continua a funzionare.

Una volta effettuati questi tre test, sarai in grado di definire se il tuo cellulare è rotto completamente oppure no.

Come recuperare i dati da un telefono che non si accende

come recuperare i dati da un telefono rotto

Se dopo aver fatto le tre prove precedenti il tuo telefono non risponde a nessuno stimolo, non ci sono luci e suoni provenienti da esso, allora si può considerare rotto per davvero. A questo punto c’è ancora speranza per recuperare i dati, ma bisogna aver fatto il back up dei dati. Questo back up normalmente viene fatto in questi modi:

  • Recupera i contatti su Android: se i contatti salvati sono collegati a un account Google, potrai recuperarli una volta che fai l’accesso a Gmail, dal tuo computer o da uno smartphone associato al tuo account Google.
  • In una SD esterna o micro SD (SD sta per secure digital, ovvero un oggetto tangibile dove si immagazzinano dati e informazioni). Le informazioni che riuscirai a recuperare sono quelle che tu hai passato a questi “magazzini”, le informazioni che poi sono state aggiunte al tuo telefono e non si sono trasmesse alle schede SD vengono purtroppo perse in maniera definitiva. La maggior parte dei cellulari Android ha questo tipo di scheda esterna, facile da rimuovere: ti basterà toglierla e inserirla nuovamente in un altro dispositivo, che sia computer o cellulare per recuperare i dati.
  • Nella cloud grazie al backup: in questo caso ci sono tante opzioni di nuvola virtuale dove si possono immagazzinare le informazioni al momento di fare il backup del cellulare come possono essere Gmail, Dropbox, Drive, ecc. Cerca di entrare a questi tuoi account attraverso il computer per recuperare tutti i dati che puoi. Nel caso tu abbia i dati salvati in una nuvola virtuale, accedi a questa pagina che ti spiegherà passo a passo come recuperare di nuovo i tuoi dati su Android.

In quella pagina riuscirai a trovare un software molto utile per ripristinare i dati e recuperare tutte le informazioni, nel caso in cui tu abbia le informazioni salvate o nella scheda SD o nella cloud.

Se purtroppo non ci avevi mai pensato a fare il Backup, e le tue informazioni erano immagazzinate soltanto nel tuo smartphone nella scheda madre e questa è morta non ci sarà nulla da fare. Per questo si consiglia sempre di fare il back up di almeno le informazioni più importanti in modo che certi inconvenienti non succedano.

Nel caso che solo lo schermo sia rotto, ma che le altre parti del telefono siano funzionanti, la speranza è quella di recuperare le informazioni della memoria interna in modo da riappropriarsi delle informazioni attraverso i software dedicati al recupero delle informazioni.

Perché un telefono non si accende più?

recupero dati cellulare spento

Cerchiamo di capire i motivi per cui un cellulare smette di funzionare o non si accende più di forma improvvisa. Vediamo alcuni possibili scenari:

  • Caduta del telefono: Se il tuo telefono è caduto molto violentemente o ha fatto un volo di parecchi metri, è possibile danneggiarlo irreparabilmente, gli smartphone si sa non sono così resistenti come i telefoni di una volta, per cui sono più propensi a rompersi
  • Acqua nel telefono: anche questo potrebbe essere un motivo per il quale il telefono non si accende più, prova ad utilizzare i metodi più conosciuti, come per esempio il riso, per vedere se puoi tornare ad accenderlo.
  • Batteria usurata: se la tua batteria è ormai vecchia e troppo usata, questa può, anche improvvisamente, smettere di funzionare e non permettere al tuo cellulare di accendersi. In questo caso, quello che potresti fare è comprare una nuova batteria, possibilmente originale del marchio, e il tuo dispositivo tornerà a funzionare.
  • Schermo rotto: in questo caso non significa che il telefono non si accende, ma che tu non puoi vedere che il telefono si sta accendendo perché lo schermo è tutto nero e te lo impedisce, in questo caso il metodo per riparare la situazione è quello di cambiare lo schermo.

Cerca di fare manutenzione al tuo telefono in modo costante, controllando lo stato della batteria e caricandolo secondo le indicazioni del dispositivo. Inoltre usa sempre una protezione per lo schermo e per l’intero smartphone in modo che le cadute non siano così nefaste. Esistono protezioni anche contro l’acqua in modo che se il tuo telefono si bagna non ci siano complicazioni, perché la protezione è in grado di impedire che l’acqua entri.

Speriamo che questi accorgimenti ti aiutino a mantenere il tuo cellulare in ottime condizioni, e che non ti succeda più di temere che il cellulare si sia rotto.