Skip to content

Come recuperare i soldi persi a causa di una truffa su eBay 2023: guida semplice

truffa ebay

Ti sei accorto di aver contattato un venditore scorretto e non sai come recuperare soldi truffa eBay? Hai qualche dubbio sull’acquirente e vuoi essere certo che rispetti la sua parte dell’accordo? Per fortuna sei capitato qui! Leggendo attentamente la guida creata dal nostro team di esperti scoprirai che cosa bisogna fare quando sei caduto vittima di una truffa su eBay e quali sono le opzioni per evitare che ciò accada.

Ancor di più, se utilizzi frequentemente la piattaforma perché adori le offerte e i prezzi scontati che trovi, ti invitiamo a dare un’occhiata anche alla sezione dedicata a come riconoscere ed evitare le truffe. Infine, devi sapere che esiste un modo per ottenere il rimborso di eBay, ma solo a determinate condizioni elencate qui sotto.

Non perdiamo altro tempo e scopriamo che cosa bisogna fare per evitare le truffe eBay!

Come riconoscere truffa eBay: i nostri consigli

Come tutte le altre truffe online, anche in questo caso i malintenzionati utilizzano uno schema ben preciso: la creazione di inserzioni false a prezzi troppo bassi per essere veri. L’intento è quello di creare un rapporto con l’acquirente o anche il venditore, per indurlo a trasferire denaro al di fuori dalla piattaforma o a fornire informazioni personali collegate anche ai conti bancari, per furto account. Non farlo!

Vi sono anche casi in cui i truffatori utilizzano tecniche di vendita che mettono pressione (compralo subito, articoli in esaurimento), con l’intento di fare affidamento sull’ansia dell’acquirente di accaparrarsi quel determinato bene. Vediamo quindi alcuni esempi di truffa sia a danno degli acquirenti che dei venditori, e scopriamo che cosa bisogna fare per evitarle!

Altri articoli interessanti per te: truffe online cosa fare e come farsi restituire i soldi su PostePay.

Esempi di truffe su eBay per chi acquista

Per farti un’idea di quali sono le tecniche solitamente utilizzate, esaminiamo insieme alcune tipiche truffe eBay acquirenti:

  • La truffa della non-consegna: nonostante vi sia una garanzia di rimborso messa in atto da eBay, esistono comunque alcune esclusioni che permettono ai venditori malintenzionati di accettare pagamenti senza spedire l’oggetto. L’unico rimedio in questo caso è la richiesta di rimborso che può essere effettuata direttamente sulla piattaforma.
  • Il nome errato sul pacco: il venditore stampa volutamente un nominativo errato per la spedizione, con lo scopo di causare la restituzione dell’oggetto. Segnalando il giusto indirizzo di consegna, pur con un nominativo diverso, permette al venditore di segnalare come completata la transazione e di poter sbloccare i soldi pagati.
  • Pacco consegnato, ma scatola vuota: è tra le truffe più ricorrenti quando vi è grandissima richiesta per oggetti difficili da trovare, come ad esempio le PS5, iPhone o schede video. In questo caso ti consigliamo di leggere anche le scritte in piccolo, perché nelle inserzioni viene solitamente segnalato che si tratta solo della scatola, proprio per evitare la restituzione dei soldi. Il venditore potrebbe quindi dire che è stata colpa tua per non aver letto attentamente la descrizione e che è un suo diritto vendere la scatola senza oggetto a qualsiasi prezzo.
  • Beni non originali: vi sono tantissimi malintenzionati che commercializzano merce contraffatta spacciandola come originali, a un prezzo decisamente più basso.
  • Pagamenti fuori da eBay: il venditore potrebbe chiederti di pagare su altre piatteforme, per evitare la protezione dell’acquirente attiva solo per le transazioni effettuate su eBay. Ti consigliamo di evitare i trasferimenti di denaro in altro modo, ad esempio con bonifico bancario, e di leggere anche la nostra guida su come recuperare soldi truffati PayPal.
  • Truffa del servizio clienti o delle carte regalo finte: il venditore mette a disposizione dell’acquirente servizi inesistenti e che non offrono alcun risultato. Telefonando quindi al numero finto per richiedere assistenza non otterrai alcuna risposta, mentre le carte regalo o gli sconti immediati mail truffa eBay di solito servono per instaurare un finto senso di emergenza per l’acquisto.

Esempi di truffe eBay ai venditori

Gli acquirenti non sono certo gli unici a trovarsi in una situazione in cui è necessario recuperare soldi truffa eBay! Vi sono infatti casi in cui anche i venditori possono diventare vittime di truffe su eBay ecco un esempio:

  • Offerta di trattativa fuori da eBay: diffida quindi di un acquirente che ti propone di effettuare il pagamento privatamente, e non sui canali ufficiali coperti dalla protezione acquirente. Una volta completata la transazione, vi è il rischio che il cliente contesti la vendita, richiedendo il rimborso anche se il bene è arrivato in stato ottimale.
  • Offerta di pagare più del dovuto: diffida sempre delle offerte generose poiché si tratta quasi sempre di trappole. Dai un’occhiata anche alla nostra guida su assegno scoperto come recuperare soldi.
  • Cambio improvviso di residenza: il cliente si offre di pagare di più, anche per le spese di spedizione, poiché si è improvvisamente trasferito in un’altra località o paese (luoghi improbabili come la Costa d’Avorio).
  • Richiesta di rimborso non dovuto: ad esempio quando l’oggetto pur essendo stato spedito in condizioni ottimale, l’acquirente sostiene che sia rotto, che non sia mai arrivato o che sia arrivata solo la scatola.
  • Minaccia del feedback negativo: l’acquirente potrebbe minacciare di lasciare una recensione negativa, ecco perché è consigliabile contrattare con clienti che hanno sulla pagina personale solo commenti negativi.

Sono stato truffato su eBay: cosa fare

eBay è una delle piattaforme maggiormente utilizzate per le transazioni tra privati, ed è proprio per questo che il colosso collabora con le forze dell’ordine per limitare per quanto possibile le truffe. La prima cosa da fare, oltre alla denuncia polizia postale, è segnalare truffa eBay, sia direttamente sull’inserzione, che aprendo la controversia dal tuo profilo privato, ecco come:

  • Accedi al tuo account privato inserendo le credenziali, come nome utente e password. Se non ricordi la tua password, leggi il nostro articolo su come recuperare la password su eBay.
  • Premi su il mio eBay che trovi in alto a destra e seleziona dal menù a comparsa la voce Cronologia degli acquisti.
  • Avvia quindi la procedura di rimborso indicando che si tratta di una truffa eBay e specificando se non hai mai ricevuto il bene o se si tratta di un oggetto difettoso o descritto in modo non corretto. In quest’ultimo caso puoi scegliere se restituire o meno l’articolo, sottraendo le spese di spedizione dal totale pagato.
  • Seleziona quindi l’opzione Voglio un rimborso e invia la richiesta.
  • Il venditore sarà notificato della richiesta e avrà fino a 3 giorni per rispondere per tentare l’assoluzione. Se non ricevi alcuna risposta, contatta il Centro di risoluzione delle controversie di eBay per avere una risposta certa entro 48 ore.

Cos’è e cosa copre la Garanzia cliente eBay?

La Garanzia cliente, conosciuta anche come eBay Money Back Guarantee, tutela sia l’acquirente che il venditore ma solo per le operazioni effettuate sulla piattaforma. È quindi necessario rientrare nelle politiche di transazione previste da eBay, vendendo solo oggetti approvati e acquistando solo con le modalità di pagamento previste dal sito.

La garanzia può essere attivata in quanto acquirente quando non hai ricevuto l’oggetto, quando non corrisponde alla descrizione fatta o quando vuoi semplicemente restituirlo. Dall’altro canto, il venditore deve rispettare la politica di restituzione prevista, spedendo l’oggetto previsto e fornendo soluzioni alternative nel caso di segnalazioni.

Attenzione però! Attenzione però!
Per far valere la garanzia contro una truffa su eBay giurisprudenza è necessario che l’oggetto in questione non si trovi nella lista di beni vietati per la vendita.

Come evitare le truffe su eBay

Ora che abbiamo già visto alcuni esempi e ti abbiamo spiegato tutto sulle truffe su eBay cosa fare, vediamo quali sono le modalità per mettersi al riparo da questi inconvenienti.

Ecco come evitare le truffe su eBay:

  • Non accettare mai metodi di pagamento alternativi: è il modo perfetto per evitare le truffa eBay con PayPal, con PostePay o con assegni bancari scoperti. Evita quindi gli annunci o i messaggi che ti propongono affari da capogiro con pagamenti non coperti dalla garanzia di eBay.
  • Completa tutte le transazioni sulla piattaforma: non solo i pagamenti quindi, ma anche l’invio di comunicazioni ufficiali, in modo da avere le prove in caso di contestazione o richiesta di rimborso.
  • Fotografa il pacco, l’avvenuta spedizione e anche la conferma ricevuta. Tieni una copia anche del codice di tracciamento, oltre che il numero di serie dell’oggetto o eventuali codici univoci.
  • Controlla se l’annuncio è originale o se le foto e le informazioni utilizzate sono le stesse di altri siti. Metti al confronto anche i prezzi, soprattutto quando il costo risulta eccessivamente scontato.
  • Leggi anche le scritte in piccolo, per evitare la consegna di scatole vuote.
  • Leggi attentamente le recensioni degli altri utenti e diffida dei venditori che non hanno alcun feedback.

Per altri consigli altrettanto utili, leggi anche le guide:

Se la nostra guida su come recuperare soldi truffa eBay ti è stata d’aiuto non esitare a condividerla con i tuoi amici o conoscenti sulle pagine social, come Twitter o Facebook. Non esitare a leggere anche le altre guide consigliate e a lasciarci un commento qui sotto se sei stato vittima di una forma di truffa completamente nuova o anche già esaminata.

cristina lozonschi

Cristina Amalia

Amante della scrittura e con una voglia irrefrenabile di scoprire la verità, Cristina è una studentessa di Giurisprudenza con una comprovata esperienza nel mondo del copywriting e della traduzione. La sua missione è illustrarvi, in modo semplice e chiaro, le caratteristiche e funzionalità delle ultime innovazioni tecnologiche.